Regola 10 - L'esito di una gara

In questa regola, vengono spiegate nel dettaglio le linee guida ufficiali che determinano l’esito di una gara. Scopriamo i criteri per stabilire il vincitore, il pareggio e le situazioni speciali che possono influenzare il risultato finale, approfondando le decisioni finali nel calcio, e garantendo una comprensione completa e chiara degli esiti delle partite.

SEGNATURA DI UNA RETE

Una rete è segnata quando il pallone ha interamente oltrepassato la linea di porta tra i pali e sotto la traversa, a condizione che nessuna infrazione alle Regole del Gioco sia stata commessa dalla squadra che ha segnato la rete.

Se il portiere lancia con le mani il pallone direttamente nella porta avversaria verrà assegnato un calcio di rinvio.

Se un arbitro convalida una rete prima che il pallone abbia oltrepassato interamente la linea di porta, il gioco verrà ripreso con una rimessa dell’arbitro.

SQUADRA VINCENTE

La squadra che segna il maggior numero di reti sarà la vincente. Se entrambe le squadre segnano lo stesso numero di reti o non ne segnano alcuna, la gara risulterà pari.
Quando il regolamento della competizione prescrive che una squadra venga dichiarata vincente al termine di una gara o di una eliminatoria di andata e ritorno conclusasi in parità di punteggio, le sole procedure ammesse per determinare la vincente sono:

  • regola delle reti segnate in trasferta
  • due uguali periodi di gioco supplementari della durata massima di 15 minuti ciascuno
  • tiri di rigore

Una combinazione delle suddette procedure può essere utilizzata.

I TIRI DI RIGORE

I tiri di rigore vengono eseguiti dopo che la gara è terminata e, salvo disposizioni contrarie, si applicano le Regole del Gioco pertinenti.
Un calciatore che è stato espulso durante la gara non può prendervi parte; i richiami ufficiali e le ammonizioni adottati nei confronti di calciatori e dirigenti durante la gara non saranno tenuti in considerazione durante i tiri di rigore.

Procedura

Prima dell’inizio dei tiri di rigore

A meno che non ci siano altri elementi da prendere in considerazione (ad esempio: condizioni del terreno di gioco, sicurezza, ecc.) l’arbitro effettua il sorteggio per determinare la porta verso la quale eseguire i tiri, che potrà essere cambiata soltanto per motivi di sicurezza o qualora la porta o quella parte del terreno di gioco divenissero inutilizzabili

  • L’arbitro procede ad un altro sorteggio lanciando una moneta e il capitano della squadra che lo vince decide se eseguire il primo o il secondo tiro
  • Ad eccezione di un calciatore di riserva che sostituisce un portiere che non è in condizione di continuare, soltanto i calciatori presenti sul terreno di gioco o temporaneamente fuori del terreno di gioco (per infortunio, per regolarizzare l’equipaggiamento, ecc.) al termine della gara hanno titolo ad eseguire i tiri
  • Ciascuna squadra è responsabile di scegliere, tra i calciatori aventi titolo, l’ordine nel quale eseguiranno i tiri. L’arbitro non deve essere informato dell’ordine
  • Se, al termine di una gara e prima o durante l’esecuzione dei tiri, una squadra ha un numero di calciatori maggiore di quello della squadra avversaria deve ridurre tale numero per eguagliarlo a quest’ultima e l’arbitro deve essere informato del nome e del numero di ciascun calciatore escluso. Ogni calciatore così escluso non potrà partecipare ai tiri (con l’eccezione di seguito descritta)
  • Un portiere, che prima o durante l’esecuzione dei tiri non è in condizione di continuare potrà essere sostituito da un calciatore escluso per eguagliare il numero degli avversari o, se la sua squadra non ha effettuato il numero massimo di sostituzioni consentite, da un calciatore di riserva; il portiere rimpiazzato non
    potrà più prendere parte ai tiri né eseguirne uno
  • Se il portiere ha già eseguito un tiro, il sostituto non potrà eseguirne uno fino alla successiva sequenza di tiri

Durante l’esecuzione dei tiri di rigore

  • Soltanto i calciatori aventi titolo ad eseguire i tiri e gli ufficiali di gara sono autorizzati a rimanere sul terreno di gioco
  • Tutti i calciatori aventi titolo, eccetto colui che esegue il tiro e i due portieri, devono restare all’interno del cerchio di centrocampo
  • Il portiere, il cui compagno esegue il tiro, deve rimanere sul terreno di gioco, all’esterno dell’area di rigore in cui si eseguono i tiri, sulla linea di porta nel punto in cui questa interseca la linea perimetrale dell’area di rigore
  • Ogni calciatore avente titolo ad eseguire un tiro può in qualsiasi momento assumere il ruolo di portiere
  • Il tiro è completato quando il pallone cessa di muoversi, esce fuori dal terreno di gioco o l’arbitro interrompe il gioco per qualsiasi infrazione alle Regole; chi esegue il tiro non può giocare il pallone una seconda volta
  • L’arbitro annota i tiri eseguiti
  • Se il portiere commette un’infrazione che causa la ripetizione del tiro deve essere richiamato ufficialmente per la prima infrazione e ammonito per ogni successiva infrazione
  • Se chi esegue il tiro viene sanzionato per un’infrazione commessa dopo che l’arbitro ha fischiato per l’esecuzione del tiro, quest’ultimo viene annotato come “non realizzato” e il calciatore viene ammonito
  • Se sia il portiere sia chi esegue il tiro commettono un’infrazione allo stesso tempo, il tiro viene annotato come “non realizzato” e chi ha eseguito il tiro ammonito

Entrambe le squadre eseguono cinque tiri, in conformità con le condizioni seguenti:

  • I tiri vengono eseguiti alternativamente dalle squadre
  • Ogni tiro viene eseguito da un calciatore diverso e tutti i calciatori aventi titolo devono eseguirne uno prima che ciascuno ne possa eseguire un secondo
  • Se, prima che entrambe le squadre abbiano eseguito i loro cinque tiri, una di esse ha segnato più reti di quelle che l’altra potrebbe realizzare terminando la serie dei tiri, l’esecuzione sarà interrotta
  • Se, dopo che le due squadre hanno eseguito i cinque tiri, entrambe hanno segnato lo stesso numero di reti o non ne hanno segnata alcuna, si proseguirà fino a quando una squadra avrà segnato una rete in più dell’altra, dopo lo stesso numero di tiri
  • Il precedente principio si applica per ogni successiva sequenza di tiri, ma una squadra può cambiare l’ordine di chi esegue i tiri
  • L’esecuzione dei tiri non deve essere ritardata a causa di un calciatore che esce dal terreno di gioco. Il tiro del calciatore sarà considerato non realizzato se egli non ritornerà in tempo per eseguirne uno

Sostituzioni ed espulsioni durante i tiri di rigore:

  • Un calciatore titolare, di riserva o sostituito o un dirigente può essere ammonito o espulso
  • Un portiere che viene espulso dovrà essere rimpiazzato da un calciatore che ha titolo ad eseguire i tiri
  • Nessun calciatore diverso dal portiere che non è in condizione di continuare può essere sostituito
  • L’arbitro non deve sospendere la gara se una squadra è ridotta a meno di sette calciatori

DOMANDE FREQUENTI

Un portiere, dall’interno della propria area di rigore, dopo aver effettuato una parata, lancia il pallone con le mani. Il pallone finisce direttamente nella porta avversaria. La rete segnata dovrà essere convalidata?

No. L’arbitro assegnerà un calcio di rinvio.

Il pallone, dopo avere oltrepassato una linea di porta, tra i pali e sotto la traversa, si presenta in condizioni non regolari. Come dovrà comportarsi l’arbitro?

Convaliderà la rete se riterrà che l’alterazione sia avvenuta dopo che il pallone ha superato la linea di porta; diversamente, riprenderà il gioco con una propria rimessa, con un nuovo pallone, dal punto in cui ritiene che il primo sia divenuto difettoso.

Viene a mancare la luce subito prima o durante l’esecuzione dei tiri di rigore. Quale deve essere la decisione dell’arbitro?

In caso di guasto all’impianto della luce artificiale l’arbitro accorda un tempo ragionevole (che, comunque, non dovrà superare la durata di un tempo di gara) per la riparazione. Se, comunque (o perché il guasto non è riparabile o perché il campo di gioco non è dotato di illuminazione artificiale), non è possibile continuare, il risultato sarà deciso secondo il regolamento della competizione.

I capitani di entrambe le squadre rifiutano concordemente di eseguire i tiri di rigore, nonostante che siano previsti dal regolamento della competizione. Quale deve essere la decisione dell’arbitro?

Dovrà accertarsi inequivocabilmente di detta volontà di non eseguire i tiri, invitando i dirigenti accompagnatori ufficiali e/o i capitani a rilasciargli apposita dichiarazione scritta. In caso di rifiuto prenderà atto, possibilmente alla presenza degli assistenti se ufficiali, delle loro dichiarazioni. In ogni caso, l’arbitro menzionerà i fatti nel rapporto di gara.

Mentre i tiri di rigore sono effettuati, il pallone scoppia dopo aver colpito un palo della porta o la traversa senza aver oltrepassato la linea di porta. Il tiro deve essere ripetuto?

No.

Partner Istituzionali